Saluto del nuovo Ambasciatore Hiroshi OE

2020/2/14

          Sono Hiroshi OE, giunto a Roma per assumere l’incarico di Ambasciatore del Giappone in Italia. Il 6 febbraio 2020 ho presentato le Lettere Credenziali al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dando pieno avvio al mio mandato. In precedenza, ho ricoperto l’incarico di Ambasciatore della Rappresentanza Permanente del Giappone presso l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) a Parigi.
 
          Giappone e Italia, che vantano un interscambio di oltre 150 anni, negli ultimi tempi hanno visto ulteriormente accorciarsi le reciproche distanze. Fin dall’inizio i due Paesi hanno condiviso caratteristiche quali la predisposizione d’animo a fare tesoro della tradizione, la cultura culinaria, o la predilezione per la manifattura. In tale contesto, è una gioia constatare come, recentemente, l’interesse degli italiani per aspetti quali la cucina giapponese, gli anime, o le arti marziali sia in aumento, mentre il numero dei visitatori che dall’Italia si recano in Giappone è raddoppiato negli ultimi cinque anni, stabilendo lo scorso anno il nuovo massimo storico di 160 mila persone. Inoltre, sul piano politico, con la visita in Italia del Primo Ministro, Shinzo Abe, in aprile, la partecipazione del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, al Vertice G20 di Osaka a luglio, la presenza del Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, alla cerimonia di incoronazione di Sua Maestà l’Imperatore in ottobre, si è registrato un fitto scambio di visite ad alto livello.
 
          Come Ambasciata, nell’anno dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020, intendiamo adoperarci per ampliare la reciproca comprensione e il terreno d’interscambio tra i cittadini dei due Paesi. Dal punto di vista politico, nel continuare a promuovere reciproche visite ad alto livello, considerando che dal dicembre 2020 l’Italia assumerà la presidenza del G20, è nostra intenzione contribuire al miglior successo della presidenza italiana, condividendo l’esperienza del Giappone, che lo ha presieduto lo scorso anno. Sul piano economico, sullo sfondo di una comunanza di valori, quali eccellenza tecnica, alta qualità, e predilezione per la perizia artigianale, gli investimenti dal Giappone verso l’Italia divengono progressivamente più consistenti. Anche l’Accordo di Partenariato Economico tra Giappone e UE (EPA), entrato in vigore nel febbraio dello scorso anno, costituisce poi un ulteriore sostegno al rafforzamento delle relazioni economiche bilaterali. In tale quadro, l’Ambasciata continua dunque ad adoperarsi per supportare le aziende giapponesi in Italia, compreso quanto attiene al contesto imprenditoriale e infrastrutturale. A livello di interscambio tra cittadini, invece, profondiamo il nostro impegno per la reciproca comprensione tra i due Paesi e la promozione turistica, attraverso, ad esempio, la divulgazione di informazioni su temi quali lo sport, la gastronomia e il sake giapponesi, la cultura pop e il cinema, o ancora, la situazione attuale e le politiche del nostro Paese.
 
          Inoltre, a Roma hanno sede l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO), il Programma Alimentare Mondiale (WFP) e il Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD), che svolgono un ruolo centrale nel perseguire l’eliminazione della fame nel mondo e la garanzia della sicurezza alimentare. Il nostro Paese, nel continuare a sostenere attività volte alla risoluzione delle questioni alimentari globali attraverso il consolidamento della collaborazione con queste organizzazioni, si adopera per rendervi più numerosa e solida la presenza di personale giapponese.
 
          Sarei molto lieto se questo sito potesse essere d’aiuto per incentivare la vostra comprensione delle relazioni tra i due Paesi e del lavoro dell’Ambasciata. Sono inoltre benvenute opinioni e proposte da parte vostra.
 
Roma, 14 Febbraio 2020
Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario del Giappone in Italia
Hiroshi OE